Tag Archive for: casini

Congresso Nazionale UDC, finale al fotofinish: Cesa vince di 7 voti su D’Alia

24 Feb
24 febbraio 2014

UDC: CESA, TERZO POLO C'E' GIA', ATTENZIONE A FINI E RUTELLI

Grande prova di democrazia dell’UDC

Si è concluso ieri il congresso nazionale dell’UDC. I due candidati per la Segreteria Nazionale, Lorenzo Cesa e Gianpiero D’Alia, si sono confrontati in un avvincente fotofinish che ha tenuto con il fiato sospeso centinaia di delegati.
Dopo i primi due seggi scrutinati, Gianpiero D’Alia sopravanzava di oltre 40 voti e, secondo ogni ragionevole statistica, Lorenzo Cesa veniva dato perdente. Ma nel terzo seggio, con un clamoroso recupero, il Segretario uscente ha superato il collega di 7 voti.
In realtà, questo episodio dimostra che l’UDC, oltre a essere un partito vivo, è una autentica compagine politica. Quando, infatti, centinaia di persone stanno a Roma – a proprie spese – due o tre giorni, confrontandosi anche con grande emotività e poi votano, danno vita a una grande prova di democrazia.
daliaNell’UDC occasioni così partecipate non si vedevano dal 2002. Qualcuno, giustamente, si è lamentato delle opposte tifoserie. Ma dobbiamo andare avanti nella strada della democrazia interna (tesseramenti e congressi celebrati con regolarità, rispetto delle funzioni degli organi di partito) e meritocrazia, se vogliamo che la cultura politica torni a essere linfa vitale per i partiti prima che, in definitiva, per l’intera vita democratica.

L’Udc e lo scudo crociato

16 Dic
16 dicembre 2013

Scudo_CrociatoFossi l’Udc ad archiviare lo scudo crociato ci penserei non una ma un milione di volte perché questo simbolo non è solo un pezzo di storia, peraltro la migliore storia della politica italiana dal dopoguerra ad oggi, la storia che porta i nomi di De Gasperi, di Fanfani, di Moro e di molti altri statisti che hanno dedicato la vita, qualche volta anche al prezzo dell’estremo sacrificio, per trasformare questo paese da sconfitto e distrutto a quinta potenza economica mondiale. Quel simbolo, oltre che storico, è anche vivo e presente ancora nel cuore di tanti italiani.

Grave errore far mancare alla Camera i leaders

18 Set
18 settembre 2013

camera-dei-deputatiAlla Camera mancano i leaders. E’ stato un grave errore della politica far mancare alla Camera dei Deputati la presenza di leaders autorevoli quali D’Alema, Veltroni e Casini. Ci siamo riempiti la bocca di nuovismo ma quando c’è da tenere l’Aula in pugno, senza leaders, è un’impresa ardua per la giovane e talora in apprensione Presidente della Camera.

Alberto Brandani – Presidente Fondazione Formiche